Codice Etico

 
 
La F.I.G.C. − Lega Nazionale Dilettanti adotta il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del decreto legislativo 231/2001, finalizzato a prevenire la possibilità di commissione di illeciti cui sia connessa la responsabilità amministrativa dell’Associazione. Il Modello, partendo da un’accurata analisi finalizzata a individuare le attività potenzialmente a rischio di reato, è un insieme di principi generali, regole di condotta, strumenti di controllo, procedure organizzative, sistemi disciplinari e attività formative ed informative, finalizzato ad assicurare, nel continuo, la prevenzione della commissione di reati previsti dal D.lgs. 231/2001. Il Modello, in particolare, si compone di una sezione a carattere generale, volta ad illustrare la funzione ed i principi organizzativi adottati, i contenuti del D.lgs. 231/2001, nonché le caratteristiche e funzionamento dell’Organismo di Vigilanza e del sistema disciplinare. Inoltre, il Modello contempla una sezione speciale che si riferisce ai suoi contenuti: le attività individuate potenzialmente a rischio di reato ed i relativi protocolli di controllo e i relativi flussi informativi. Infine, sono presenti gli allegati che costituiscono parte integrante: il Codice Etico ed il Regolamento dell’Organismo di Vigilanza. Al riguardo, Il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti ha nominato un Organismo di Vigilanza (O.d.V) collegiale cui è stato affidato il compito di vigilare sul corretto funzionamento del Modello, di curarne l’aggiornamento e di riferire periodicamente al Consiglio Direttivo e al Collegio dei Revisori.